BabbiBabbi

Uomini che affrontano la paternità…

Archive for the ‘TASSE’ tag

il modello isee

without comments

Sono iniziate le scuole, gli asili, i nidi, gli inserimenti, la pioggia, i ritardi a scuola, il traffico cittadino, le code, il traffico bloccato, la colazione non pronta, i raffreddori, le febbri, le isterie le sveglie drammatiche, le corse all’ultimo momento etc etc.

ISEE

Ho scoperto, in quell’oretta di attesa all’asilo all’inserimento di duepuntozero, che molti non sanno se posson fare l’ISEE. Ovvero non sanno se, magari dopo essere andati in un CAF il risultato vale la pena. Molti si chiedevano come fare a sapere se lo devono fare e altre amene e imbarazzanti domande. Beh, stavolta BabbiBabbi vi viene in aiuto.

Sulle pagine dell’INPS si può fare una simulazione. Tale simulazione non ha ovviamente valore di prova ma vi può aiutare a capire se dovete portare i vostri documenti.

Detta da INPS suona così “I valori ISEE risultanti da questa simulazione hanno un valore puramente indicativo e non costituiscono certificazione. Solo la presentazione della Dichiarazione Sostitutiva Unica presso uno degli enti erogatori di prestazioni agevolate, l’INPS, CAF consente di ottenere i valori ISE e ISEE validi ai fini del riconoscimento del diritto a prestazioni agevolate.”

Ecco il link https://servizi.inps.it/servizi/isee/Simulazione/SimulazioneCalcolo.asp

Per chi non lo sapesse l’ISEE fornisce in risposta un valore che, tenendo conto di vari fattori (ma non tutti) oltre al reddito diretto, serve a dimostrare di avere il diritto ad ottenere tariffe agevolate per i servizi pubblici. Ad esempio gli asili nido di Firenze possono cosi arrivare ad avere costi sensibilmente diversi. Sotto la tabella dei costi per il comune di Firenze


Asilo nido Tariffa minima Tariffa massima
Orario di uscita 13.30 o 14.30* € 59,00 € 272,00
Orario di uscita 15.30 € 59,00 € 298,00
Orario di uscita 16.30 € 63,00 € 353,00
Orario di uscita 17.30 € 66,00 € 380,00

io speriamo che ve la cavate

Share

Written by Babbo Leo

settembre 18th, 2009 at 3:45 pm

Posted in segnalazioni

Tagged with , , , ,

Figli e tasse (2008)

with 2 comments

Quali sono le detrazioni previste per i figli a carico per il 2008? Premesso che non sono un esperto ma cercando in rete è abbastanza facile trovare:

Figli a carico
Per ciascun figlio a carico il fisco prevede una detrazione base di 800 euro. Tale cifra aumenta di 100 euro per i figli al di sotto dei tre anni. Va specificato che tali detrazioni sono teoriche e si riducono in proporzione all’aumentare del reddito del richiedente fino ad annullarsi quando il reddito complessivo arriva a 95 mila euro.
Per essere considerato a carico il figlio nel 2008 non deve aver prodotto un reddito superiore a 2.840,51 euro.
Per le famiglie più numerose (più di tre figli) il fisco riconosce un’ulteriore detrazione di 1.200 euro. La detrazione è infine aumentata di 220 euro per ogni figlio portatore di handicap.

Asili nido
E’ possibile detrarre il 19% delle spese sostenute per il pagamento della retta dell’asilo nido fino ad un massimo di 632 euro per ciascun figlio.

Babysitter e colf
La deduzione massima per i contributi previdenziali e assistenziali versati per babysitter e colf è di 1.549,37 euro.

Trasporti
Per i figli a carico, quest’anno è possibile detrarre il 19% per le spese di acquisto degli abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale. L’importo su cui è possibile calcolare lo sconto deve essere pari al massimo a 250 euro.

Sport per bambini e ragazzi
Si possono detrarre fino a un massimo di 210 euro per ciascun figlio (tra i 5 e i 18 anni) le spese sostenute per l’iscrizione annuale ad associazioni sportive, palestre e piscine.

Queste sono le principali. Sicuramente non ho la competenza per esprimere un giudizio completo ma nel mio piccolo  trovo ridicola la detrazione per l’asilo nido, massimo 632 euro. Ma quanto si spende in un anno di asilo nido? I prezzi variano da asilo a asilo, comunale, privato etc… Nel nostro caso si parla di circa 500 euro mese, moltiplicato 10 mesi = 5000 euro l’anno. Il 19% di 5000 è = 950 ma la detrazione massima è 632 euro pari al 12,6%. In pratica risparmio 632 di tasse. Indipendentemente dal reddito. In teoria l’asilo nido si paga in funzione del reddito, ma NON quello privato. Quindi, seguendo una banale logica di equità sociale mi chiedo perchè queste spese non siano deducibili anzichè detraibili ?????

Differenza tra detrazione e deduzione. La detrazione fiscale è una somma che viene “scontata” dalle tasse dovute: se devi pagare 1000 di tasse ma hai 400 di detrazioni, pagherai 600. La deduzione si applica al reddito imponibile prima di calcolarci le tasse: ho 10000 di reddito imponibile, se ho 2000 di deduzioni il mio reddito imponibile diventerà 8000 (e su questi 8000 pago le tasse).

Share

Written by Jago

maggio 29th, 2009 at 2:22 pm

Posted in Pargoli

Tagged with ,