BabbiBabbi

Uomini che affrontano la paternità…

Archive for the ‘mangiare’ tag

cosa ci metto sotto?

with 9 comments

Una volta che si pensa un’idea, il più è già fatto, sarà faticosa da realizzare ma la parte complessa, ovvero pensare a una cosa che prima non c’era, beh quella è fatta.

A me ha aperto gli occhi un collega con 8 (otto) figli. MI ha detto “a casa mia, dopo i 12 mesi si mangia da soli, solo quello che c’è nel piatto (tagliato e sminuzzato per carità) ma da soli.”  Ha poi aggiunto, “… imparano molto presto”.

Se pensate ad una situazione logistica del genere non potete che essere d’accordo. Ho iniziato cosi con unopuntozero e sto facendo cosi con duepuntozero. I ragazzi hanno imparato veloci veloci. Certo, fanno come possono. Ad esempio duepuntozero (13mesi) ancora non se la cava bene con il cucchiaio e si sbrodola un sacco. Se perà usa le mani è bravissimo e autonomo.

sotto il tavolo

sotto il tavolo

C’è un però, c’è sempre un però. Nel mentre che diventa bravo bravo in tutto e per tutto, con tutte le posate, da pesce, da antipasto e da dolce, il pavimento sotto il seggiolone è un vero disastro. Ogni parte di cibo viene mescolata con quantità di acqua che viene versata dal medesimo nano. Quindi la domanda è, che ci metto sotto il seggiolone?

Per ora ci metto dei giornali, a fine pasto raccolgo il tutto e butto via. Difetto? Devo leggere spesso il giornale. Voi come fate?

A qeusto punto indietro (a imboccarlo) non torniamo ma ci piacerebbe avere dritte per ridurre il letamaio che si forma sotto il tavolo. Consigli?

Share

Written by Babbo Leo

ottobre 3rd, 2009 at 7:22 am

ancora banane

with 2 comments

Arriviamo a casa poco prima di ora di cena, c’è da preparare a dopo poco si mangia.

Unopuntozero mi fa, voglio una banana. (si sa che gli piacciono)
Vabbè
, penso io, è frutta. Guardo e c’è l’ultima. Vabbene, gli dico.
La apro io?
, chiedo.
Si.
Procedo, dopo aver tolto quasi tutta la buccia ne stacco un pezzo e gliela porgo. Non lo avessi mai fatto. Ha strabuzzato gli occhi, ha strillato, è inorridito, si è offeso come se gli avessi offeso la mamma (cosa che peraltro ogni tanto capita). è scappato via piangendo e urlando. Arrabbiatissimo. E io sono rimasto lì come un cretino con un pezzo di banana senza buccia in una mano e una banana con buccia nell’altra. Dopo poco si presenta la mamma con unopuntozero attaccato alla gonna (metaforicamente) e mi dice, che gli hai fatto? Non faccio in tempo a rispondere, vede, comprende. Mi fa, Eh, lo sai che non va rotta la banana. E quell’altro dietro ancora piangeva a dirotto e biascicava tra le lacrime, Babbo, rotto banana, mia, babbo, ahaaa.

Dico che è uguale, nulla.
Dico che è come i biscotti, per magniarli si devono rompere, nulla.
Mi offro di aggiustarla (penso di mettere un armatura di stuzzicadenti nascosti all’interno), nulla.
Gli propongo un altra banana nuova, cosa pericolosissima visto che di banane non ce n’erano più e che non si deve mai promettere se non si è davvero in grado di mantenere. Nulla.
Tutto si è rivalato inutile.

E se non gliele comprassi piu le banane?

Share

Written by Babbo Leo

maggio 22nd, 2009 at 7:36 am

Posted in cibo

Tagged with , ,