BabbiBabbi

Uomini che affrontano la paternità…

Archive for the ‘frutta’ tag

succhi e spremute

with one comment

La frutta fa bene. Si sa. Punto.

Come fare a far mangiare la frutta ai nani? Beh, non facile. Come scritto anche in “Fate la pappa” il metodo migliore è l’esempio. Inutile che pretendiate che il nano mangi la mela se voi per primi non la mangiate mai.

Si può però ovviare con dei trucchi. Uno di questi che ultimamente stiamo adottando è quello dei succhi di frutta. Ma non quelli nel tetrapak dove dentro chissà cosa c’è o dove la frutta l’hanno solo adoperata per le foto. Parliamo di veri succhi di sola frutta.

Mano Sante

Mano Santa

in origine furono gli Smoothies in UK, ora li trovate pure in Italia. Questi sono dei frullati di frutta fresca. Chi li produce giura di non metterci dentro niente altro che frutta fresca. Difatti li trovate nel banco frigo.  Certo i frullati fatti in casa sono più buoni e assai meglio ma non sempre abbiamo la frutta fresca in casa o il tempo di farli. Li fa la Chiquita, la Santal e, i miei preferiti (soprattutto per le etichette) i T.V.B. (a Firenze li trovate alla Botteghina dell’Augusta dentro al mercato di Sant’Ambrogio).

Ad esempio nel ManoSanta della TVB si trovano:
28 CHICCHI D’UVA PRESSATI
1 MELA PRESSATA
1/2 BANANA PRESSATA
10 LAMPONI CENTRIFUGATI
6 MORE CENTRIFUGATE
15 MIRTILLI CENTRIFUGATI
CONTIENE OLTRE IL 70% della DGC DI VITAMINA C

E nel loro blog confermano, “Non aggiungiamo acqua, zuccheri, acidificanti o stabilizzanti o qualunque cosa è sola pura frutta & basta.”

Alcune definizioni per fare chiarezza e altri stimoli qui, qui e qui

Ma forse in fondo se vi è venuta voglia potete farli anche da soli, qui un pò di ricette

Share

Written by Babbo Leo

dicembre 7th, 2009 at 6:27 am

Posted in mangiare

Tagged with ,

Volpe Forza Cinque

without comments

Leggevo con piacere che il Ministro Mariastella Gelmini ha presentato il Progetto pilota per l’educazione alimentare rivolto alle classi 4° e 5° delle scuole primarie. Mi pare proprio una bella iniziativa. Brava Mariastella! Ci mette anche 1,5 milioni di euro, come si legge su La Stampa: «Abbiamo avviato – ha spiegato la Gelmini, a margine del convegno dell’Unione nazionale consumatori – una collaborazione con alcune associazioni di categoria, come la Coldiretti, e abbiamo chiesto ad alcuni esperti di alimentazione di accompagnarci in questo progetto pilota che oggi coinvolge duemila scuole elementari, rivolgendosi alle classi quarte e quinte. Vogliamo spiegare ai bambini come siano importante una sana alimentazione, e anche una buona attività sportiva». «Poi – ha proseguito la Gelmini – estenderemo il progetto a tutte le scuole elementari. L’idea è quella di fare in modo che ci sia frutta fresca nei distributori automatici, in modo che possa essere consumata durante la giornata. Per questo progetto abbiamo stanziato un milione e mezzo di euro. Nell’ora di cittadinanza e costituzione, inoltre, l’insegnante parlerà di corretta alimentazione e del controllo del peso corporeo. Sono sempre di più – ha sottolineato il ministro – infatti i ragazzini obesi. Noi diamo ai ragazzi degli opuscoli informativi e cerchiamo di spingerli verso una alimentazione sana con attività educative, creative e divertenti, in grado di catturare la loro attenzione» (qui). Read the rest of this entry »

Share

Written by rebeccagin

dicembre 4th, 2009 at 2:37 pm

Posted in scuola

Tagged with , ,

banana 3

without comments

Il ragazzo sta crescendo e sempre più spesso vuole far da sè.

Ha fame e la mamma gli indica dove sono le banane, ha fretta e comincia a sbucciarla da solo. Abbastanza facile prevedere che si rompa la banana. Crisi. Pianto. Grossa crisi. Stavolta Babbo è preparato. Ha imparato qui e qui

Dice orgoglioso, “te la ripara Babbo, dai qua, nano.”

Va in cucina e infila due stuzzicadenti nel tronco principale della banana, ci appone il moncone e voilà, la banana è riparata, come nuova.
Non nuova nuova come il grissino del giorno prima che babbo per magia aveva riparato (in realtà sostituendolo con un altro), ma sufficientemente come nuova.

Unopuntozero pare soddisfatto. Talmente soddisfatto che continua da solo a sbucciare e rompe ancora la banana. Stavolta niente panico, per lui, solo per il babbo, visto che lui lesto lesto la presenta al babbo “me la aggiusti?”

Babbo non si da per vinto, con la stessa tecnica aggiusta ancora la banana.
Unopuntozero
è visibilmente molto soddisfatto.

Non si lamenta nemmeno di dover togliere gli stuzzicadenti mangiando la banana.

Ma allora è vero che sbagliando si impara…?

Share

Written by Babbo Leo

ottobre 4th, 2009 at 7:29 am

Posted in cibo

Tagged with ,