BabbiBabbi

Uomini che affrontano la paternità…

E nonostante tutto abbiamo sciato…

without comments

IMG_3270 (600 x 450)Ne avevamo già parlato qui, qui e qui cercando posti adatti ai bambini per il loro esordio sciistico. Posti comodi, non freddi insomma a misura di bambino. Ebbene dopo tanto peregrinare abbiamo scelto Livigno. Ecco alcune note utili per chi fosse interessato.

Premetto che l’obiettivo NON era di sciare soli adulti dalle 8:00 alle 17:30, mangiando un panino in seggiovia, e fermandosi a bere l’ultimo bombardino alle 17:00 nel rifugio più alto e lontano del comprensorio. Piuttosto trasmettere una passione, un divertimento e condividere un’attività sportiva tutti insieme. E questo risultato è stato ampilamente raggiunto. (Tanto che la dolce metà a fine settimana ha riconosciuto lo sci come l’unica attività sportiva che possiamo fare insieme!)

Cronistoria:
I nani si sono divertiti: in 6 gg hanno imparato a prendere skilift, fare piste easy (blu e pezzi di rosse), scaletta, quasi derapate, paletti, porticine, triangolini e piste con animaletti! I grandi hanno sciato il giusto, ne più ne meno del necessario, ma con soddisfazione. Ci siamo divertiti, livello e abilità tecniche dei partecipanti molto alto (gobbe, border cross, neve fresca …). Scuola sci per i nani dalle 11:00 alle 13:00 ci ha consentito di sciare sia con i pargoli che di trovare un pò di tempo per noi.  Ha fatto freddo solo un giorno. Per freddo intendo che alle 9.00 a 3000 mt si congelavano le lacrime sugli occhiali. Causa infortunio del primo giorno (attacchi regolati male che non si sganciavano) il nano di 5 anni è stato protagonista di una visita al Pronto soccorso locale (accanto all’hotel), rislutato: un giorno fermo e fasciato. E poi s’è preso anche un bel 38 di febbre che però non ha impedito di fare la gara finale!

Consigli generici per l’esordio (o comunque per lo sci con nani di varie età):
- Si è rivelata vincente la vicinanza dell’Hotel agli impianti! I due giorni che ci siamo spostati perchè la scuola portava i nani su altre piste è stato un pò complesso trasportare sci, scarponi …
- Controllate sempre le regolazioni degli attacchi (peso oltre al quale si sgancia lo sci).
- Hotel o appartamento? Eravamo indecisi ci sono pro e contro. Ma prevalgono i pro hotel (costo praticamente uguale – nel ns caso, comodità, nani che alle 20.30 sono cotti e te che faresti se tanto li metti a letto, spazio vivibile in hotel per fare giochi di carte, disegni, gioco dell’oca…).
- Età d’esordio: ho visto bambini di nemmeno 3 anni sciare da soli, prendere lo skilift e divertirsi come matti. Parlando con i maestri, come era prevedibile, non esiste una regola. Basta fargli fare cose proporzionali alla loro età.  Se non hanno freddo, se si divertono, anche i più piccoli possono trascorrere una bella esperienza.

Per chi fosse interessato ad andarci:
- Livigno è lontano. Ci sono più scuole di pensiero sulla strada da fare, in inverno (causa passi chiusi), per noi – avendone provate due diverse (A/R) -  si è rivelata migliore l’autostrada fino a MI, poi lago di Como, Lecco, Valtellina, Bormio e su…
- Le terme di Bormio sono carine. C’è anche la sauna a gratis, non è necessario fare gli sboroni in quella panoramica (panoramichega…). Da Livigno a Bormio ci vogliono circa 40 minuti in macchina.
- Acquisti extra doganali: orologi convengono. Alcol, tabacco e abbigliamento costano come qui.
- Noleggio sci: al solito converrebbe prenderli qui (100 euro per ultimo modello di super sci per 6 gg – adulti; bambini attrezzatura completa circa 80 euro).
- Temperatura: quando fa freddo, fa freddo per davvero. Livigno è a 1800 mt e quindi potrebbe non essere  solo una questione di equipaggiamento. Ma in fondo valle è sempre stato sostenibile. Qui la diretta.
- Il prossimo anno (2011) dovrebbero fare una promozione che REGALA gli skipass a chi soggiorna in Hotel, dal 26 marzo in poi. Vista la neve che c’è è da valutare…
- Skipass costa 185 euro per 6 gg adulti – bambino gratis contestualmente.
- Il ns Hotel (St Giovanni) http://www.stgiovanni.com/ costava 50 euri mezza pensione.  Ottima posizione, semplice ma curato, frequentato da stranieri, piccolo (20 camere), accogliente e personale gentile. Non è un 4 stelle (no yoghurt, no buffet, no sauna…), ma è all’arrivo dell’impianto scuola. Ottima la cucina e le camere.
- La benzina costa il 25-30% in men.
- Trasporti: c’è un servizio di bus gratuito che gira tutto il giorno per il paese. Ottimo. Praticamente la macchina si riprende l’ultimo giorno.
- E’ pieno di straniere/i. E pare che la vita notturna non sia male. Ma non abbiamo potuto verificare da vicino.
- Ma è anche un posto adatto a famiglie. Il paese si sviluppa lungo la strada principale e campi scuola, gonfiabili, kindergarten … ce ne sono a bizzeffe.
- Ci sono una miriade di attività parallele after ski: rally, con auto vere o quad su ghiaccio/neve, motoslitte, slitte con i cani, piscina, rampicata su ghiaccio/parete …
- Pista di sci in notturna mart/giov, N snowpark, e devo riconoscere che raramente ho visto piste tenute in maniera così perfetta.
- C’è solo un impianto da evitare ma non vi dico quale… ;)
- Ci sono piste di fondo.
- Ci sono sentieri / percorsi pedonali nella neve ma battuti per escursioni, passeggiate ideali per chi non scia.
Share

Written by Jago

marzo 18th, 2010 at 5:08 pm

Leave a Reply