BabbiBabbi

Uomini che affrontano la paternità…

iSchool Manifesto

without comments

questo articolo da Wired, merita la lettura

Come ci insegnavano le maestre? Se si è combinato un pastrocchio l’unica cosa da fare è mantenere la calma e ricominciare da capo. Piano piano, passetto dopo passo, ripartendo dall’inizio. Riproviamoci allora, perché il pastrocchio è la Scuola italiana, condannata dagli errori di tutti noi a perdere ruolo, status e funzione anno dopo anno, mese dopo mese. Durante l’ultimo anno scolastico molto si è discusso, poco è cambiato. Il governo ha fatto quello che fanno sempre i governi, intrecciando pochi elementi di riforma con decisi ridimensionamenti della spesa; e l’opposizione ha fatto quello fa sempre l’opposizione, cavalcando e sostenendo “a prescindere” i movimenti di contestazione studentesca. Anche i movimenti studenteschi hanno ripetuto il copione di sempre: partono con ragioni valide, raggiungono un picco di partecipazione, si riducono presto nelle mani di pochi professionisti del campo che fanno perdere al tutto autorevolezza e consensi.

Per rimettere in piedi il nostro sistema servono due cose: copiare le esperienze che funzionano e trovare i soldi per farlo. Le prime le racconteremo in queste pagine, i secondi esistono, ma bisogna saperli trovare. Siamo un paese dal futuro ipotecato, che per ogni euro speso per l’istruzione ne versa 7 al debito pubblico: un euro regalato al futuro, 7 immolati a un passato di sperperi. Ciò nonostante uno stato deve trovare le risorse per investire nel proprio futuro, altrimenti è uno stato che non ha fiducia in se stesso e nei propri cittadini. E allora buon anno scolastico a tutti. Con l’augurio che sia l’anno in cui siamo tornati a credere in noi stessi e nella nostra cultura.

Continua (:::)

Share

Written by Babbo Leo

ottobre 9th, 2009 at 1:15 pm

Posted in scuola

Tagged with , ,

Leave a Reply