BabbiBabbi

Uomini che affrontano la paternità…

Archive for the ‘segnalazioni’ Category

Vacanze

without comments

C’è aria di vacanza, per molti ma non per tutti . Ma nel caso le vacanze di Natale per voi siano davvero delle vacanze ovvero nel caso in cui riusciate a essere in ferie e nella ulteriore condizione che  vogliate portare con voi il vostro o i vostri nani, beh allora forse vi interessano un paio di link. Read the rest of this entry »

Share

Written by Babbo Leo

dicembre 9th, 2009 at 7:31 am

codice giallo, allarme rosso

without comments

Si sa che la prima regola è mai non farsi prendere dal panico e noi infatti non ci siamo fatti prendere dal panico, ci siamo solo spaventati, un pochino. E non è stato tanto il tanto sangue quanto l’assenza di ferite visibili che ci ha fatto portare il biondo (aka duepuntozero) al Meyer di giovedi sera.

Il poveretto barcolla, non molla e talvolta caracolla. Diciamo che ha un’andatura briaca. Stavolta, secondo me, anche a causa di un palloncino che lo ha tratto in inganno, non ha messo proprio bene le mani avanti e ha incontrato violentemente il pavimento in cotto. Tranquilli, il pavimento non si è scheggiato. Nemmeno il ciuccio si è rovinato. Tuttavia a causa della fiumana di sangue che ha cominciato a sgorgare si è un pò macchiata la maglia. Read the rest of this entry »

Share

Written by Babbo Leo

novembre 30th, 2009 at 7:29 am

Posted in medicina,segnalazioni

Tagged with , , ,

TROOL.CAMP Barcamp

without comments

Direttamente dal Festival della Creatività

TROOL.CAMP Barcamp su “Creatività educazione web 2.0 e bambini”. In pillole di minimo 5 minuti e massimo 10 minuti, tutti gli amici di Trool dicono la loro. Educatori, insegnanti, redattori web, mmoderatori, grafici, amici di kmzero e della Fondazione Sistema Toscana sono TUTTI invitati a partecipare. Tutto sarà in diretta streaming su Trool.

http://2009.festivaldellacreativita.it/node/2504

Share

Written by Babbo Leo

ottobre 16th, 2009 at 2:18 pm

Posted in segnalazioni

Tagged with , ,

il modello isee

without comments

Sono iniziate le scuole, gli asili, i nidi, gli inserimenti, la pioggia, i ritardi a scuola, il traffico cittadino, le code, il traffico bloccato, la colazione non pronta, i raffreddori, le febbri, le isterie le sveglie drammatiche, le corse all’ultimo momento etc etc.

ISEE

Ho scoperto, in quell’oretta di attesa all’asilo all’inserimento di duepuntozero, che molti non sanno se posson fare l’ISEE. Ovvero non sanno se, magari dopo essere andati in un CAF il risultato vale la pena. Molti si chiedevano come fare a sapere se lo devono fare e altre amene e imbarazzanti domande. Beh, stavolta BabbiBabbi vi viene in aiuto.

Sulle pagine dell’INPS si può fare una simulazione. Tale simulazione non ha ovviamente valore di prova ma vi può aiutare a capire se dovete portare i vostri documenti.

Detta da INPS suona così “I valori ISEE risultanti da questa simulazione hanno un valore puramente indicativo e non costituiscono certificazione. Solo la presentazione della Dichiarazione Sostitutiva Unica presso uno degli enti erogatori di prestazioni agevolate, l’INPS, CAF consente di ottenere i valori ISE e ISEE validi ai fini del riconoscimento del diritto a prestazioni agevolate.”

Ecco il link https://servizi.inps.it/servizi/isee/Simulazione/SimulazioneCalcolo.asp

Per chi non lo sapesse l’ISEE fornisce in risposta un valore che, tenendo conto di vari fattori (ma non tutti) oltre al reddito diretto, serve a dimostrare di avere il diritto ad ottenere tariffe agevolate per i servizi pubblici. Ad esempio gli asili nido di Firenze possono cosi arrivare ad avere costi sensibilmente diversi. Sotto la tabella dei costi per il comune di Firenze


Asilo nido Tariffa minima Tariffa massima
Orario di uscita 13.30 o 14.30* € 59,00 € 272,00
Orario di uscita 15.30 € 59,00 € 298,00
Orario di uscita 16.30 € 63,00 € 353,00
Orario di uscita 17.30 € 66,00 € 380,00

io speriamo che ve la cavate

Share

Written by Babbo Leo

settembre 18th, 2009 at 3:45 pm

Posted in segnalazioni

Tagged with , , , ,

Che Circo

with one comment

Alla fine ho ceduto io, siamo andati al circo.

uan delle artiste del circo

una delle artiste del Circo

Nonostante i miei mi raccontino spesso di avermici portato (e di essermi perso, e che loro non mi trovavano, e che si erano preoccupati, e che poi mi hanno trovato quelli del circo, e che per farmi vedere dai miei genitori mi hanno messo sopra l’elefante e che…) io non ho ricordo di essere mai stato al circo da piccolo. Crescendo mi è sempre sembrata un’attrattiva piuttosto triste e forzata. Non ci ho mai visto gioia nè negli attori nè tantomeno negli animali.

Mentre a luglio eravamo al mare è apparso all’orizzonte il tendone a due punte del Circo Karoli e alla mamma è balenata l’idea di portarci unopuntozero. Lo ha proposto e quello non ha avuto pace fino a che non ce lo abbiamo portato. Un pomeriggio ci siamo quindi presentati alla cassa per i biglietti e con 20 euro (a testa) siamo entrati, e io già li mi aspettavo un prezzo più basso. Dentro ambiente piccolo piccolo, pista da 5\6 metri di raggio e poche tribune su cui sedersi.

  • Sensazione del Babbo: squallore e disperazione
  • Sensazione del nano: eccitazione massima e attenzione a ogni cosa si muovesse

In generale doveva trattarsi probabilmente di una formazione ridotta della compagine, mi ricordo che in pista c’erano 5\6 aiutanti (di fatica) e una decina di artisti a esibirsi. Di sicuro interesse la loro versatilità, la stessa persona in quell’occasione ha fatto il presentatore, il cavaliere, il domatore il clown e il lanciatore di coltelli. Un vero uomo di spettacolo.

Adam Caroli

Adam Karoli con i suoi cavalli

Nella pausa (e pagando un euro a testa) siamo andati a vedere lo Zoo (!!). Altri animali malridotti, più e meno esotici, accampati dietro il tendone del circo.

Ovviamente a unopuntozero è piaciuto tutto moltissimo. In particolare gli esercizi di equilibrismo e quelli con i cavalli (alcuni davvero malridotti) e l’elefante. Via via che entravano animali o facevano gli esercizi il nano non aveva abbastanza occhi per contenere tutto. Era davvero un piacere vederlo cosi attratto e coinvolto.

Ecco magari tra qualche anno possiamo tornarci. Per ora non vogli vedere nemmeno quello su RAI3.

Share

Written by Babbo Leo

agosto 31st, 2009 at 7:41 am

Fan Page su Facebook

without comments



Share

Written by Babbo Leo

agosto 28th, 2009 at 3:34 pm

Posted in segnalazioni

Tagged with

concordibus operis CONCORDIA deducitur

without comments

foto depoca

il Concordia in una foto d'epoca

Tra le tante cose che si possono fare sul lago di Como con i nonni e assieme a dei bimbi vi posso consigliare una bella gita su un battello a vapore tuttora in funzione. Si tratta del Concordia, il piroscafo Concordia (concordibus operis concordia deducitur), costruito dal cantiere navale di Sestri Ponente nel 1926 come 28 ottobre (ribattezzato nel 1943).

Il battello ha un motore a vapore a tre cilindri, triplice espansione, con una distribuzione a valvole sistema Caprotti (ultimo stadio evolutivo per le macchine a vapore), ed é un piroscafo con il salone inserito all’interno dello scafo, col pavimento sotto la linea di galleggiamento: questa tipologia si chiama “mezzo salone”, e permette di avere un baricentro piuttosto basso con maggiore stabilità in navigazione, anche in caso di vento soffiante. Read the rest of this entry »

Share

Written by Babbo Leo

agosto 28th, 2009 at 7:27 am

Pannolini lavabili

with 3 comments

Ne ho sempre sentito parlare, non li ho mai usati, confesso un certo scetticismo in merito, ma finalmente mi sono documentato. E’ il primo passo verso una sperimentazione. Lo spunto è nato da questo articolo di kataweb che mi ha colpito non tanto per gli aspetti economici (risparmio di circa 300 euro l’anno) ma soprattutto perl’impatto ambientale dei pannolini tradizionali. Nei primi 3 anni un bambino usa 6000 pannolini, pari ad una tonnellata di rifiuti indifferenziabili.

E finalmente il sito http://www.pannolinilavabili.info/ mi ha illuminato. C’è tutto: dalle schede tecniche dei vari modelli, dove trovarli, fino ai contributi di alcuni Comuni per il loro utilizzo! Il sito è davvero completo e ben curato, nel forum si possono trovare risposte ai dubbi più comuni e c’è anche un mercatino!

Share

Written by Jago

agosto 27th, 2009 at 10:12 am

Posted in Pargoli,segnalazioni

Tagged with

WIRED? tired

without comments

WIRED

dopo il nostro articolo sulla conservazione delle foto (qui) ecco ora anche Wired che dice la sua, siamo noi in anticipo o anche loro d’estate non sanno che scrivere?

Share

Written by Babbo Leo

luglio 23rd, 2009 at 1:03 pm

Posted in segnalazioni

Tagged with , , , ,

risparmi sono una cosa molto buona

without comments

Non giriamoci troppo attorno, i nostri figlioli ricevono fin troppi regali.
Ne ricevono prima di nascere, quando nascono, al battesimo, ai compleanni, a Natale, a Pasqua, quando arrivano i parenti, quando tornano i parenti. Insomma servono troppe scatole. E soprattutto con questa abbondanza respirano e assorbono un atteggiamento che una volta si sarebbe detto consumista oggi potrmmo dire globalizzato ma il concetto non cambia molto. Insomma hanno troppe cose e spesso inutili.

Quindi di fronte alla domanda “che cosa posso regalargli?” o anche nella versione “c’è qualcosa di cui avete bisogno?” Spesso rispondiamo “nulla” ma l’imbarazzo è elevato, soprattutto per noi che per duepuntozero ricicliamo un sacco di cose (giochi e vestiti soprattutto) di unopuntozero.

A toglierci dall’imbarazzo sono stati per primi i nonni paterni. Hanno scovato i Libretti Postali di Poste Italiane. In pratica sono dei Libretti nominativi speciali “dedicati ai minori di età”. Adesso sono divisi in tre fasce: 0-12 IO CRESCO, 12-14 IO CONOSCO, 14-18 IO CAPISCO

Il libretto postale “io cresco” è dedicato ai bambini da 0 a 12 anni e può essere intestato esclusivamente al minore.
Può essere aperto da entrambi i genitori oppure da un solo genitore delegato. Basta andare presso qualsiasi Ufficio Postale con un documento d’identità valido ed il codice fiscale sia del minore che dei genitori.

Chiunque, purchè maggiorenne, può effettuare i versamenti: è sufficiente che presenti il libretto all’Ufficio Postale al momento del versamento. Principali condizioni:
- Tasso nominale annuo lordo:
2,00%
- Nessuna spesa di apertura e di gestione
- Regime fiscale del 27%
- Esenzione dall’imposta di bollo

Non so se sono un buon prodotto finanziario, a noi sono piaciuti perchè sono intestati direttamente ai figlioli, perchè sono vincolati fino ai 18 anni e perchè è possibile fare versamenti anche piccoli da ogni ufficio postale.

Concludendo, posso solo completare la frase del titolo

I risparmi sono una cosa molto buona..
..soprattutto se i tuoi genitori li hanno fatti per te.
(Winston Churchill)

Share

Written by Babbo Leo

giugno 5th, 2009 at 11:01 pm

Posted in segnalazioni

Tagged with , ,