BabbiBabbi

Uomini che affrontano la paternità…

Archive for the ‘scuola’ Category

cul de sac (a scuola)

without comments

Share

Written by Babbo Leo

settembre 24th, 2009 at 6:37 am

Metti una sera a cena

with 5 comments

Una melanzana (non grande), un peperone giallo (per il colore oltre che per il sapore), due zucchine, un porro e tre petti di pollo.

Si taglia la melanzana a cubetti, con tanta pazienza e precisione, se non è grande ci si mette meno, me n’è avanzata mezza: non ne potevo più di precisione e pazienza. I dadi così pazientemente ottenuti si mettono nella padella con l’olio d’oliva e la salsa di soia, questa per il sapore e per il sale. S’aggiunge erba cipollina a piacere, anzi: quanto basta! Si tagliano le zucchine alla julienne e s’aggiungono ai cubetti di melanzana. Poi si passa al peperone anch’esso da tagliare a dadini, operazione che trovo molto più semplice di quella per la melanzana. Chissà perché. Messo in padella anche il peperone s’aggiungono: semi di papavero, semi di sesamo e si lascia cuocere in santa pace mescolando di tanto in tanto. Io sono diventato bravissimo a mescolare pietanze in padella col famigerato colpo di polso. Che amalgama.

Intanto si fa bollire l’acqua per cuocere il riso.

Si prendeil porro e lo si taglia a fettine e si mette a rosolare in padella con la salsa di soia. Si prende anche il pollo e lo si taglia a piccoli pezzetti (dev’esser una mia fissazione) e s’aggiunge al porro. Poi polvere di curry e semi di timo. Si cuoce.

A tavola si portano le due padelle e un vassoio col riso bianco, si mettono nel piatto separatamente e si lascia ai Puntozero il piacere di mischiarli a piacimento, per poi raccogliere molto sulla tovaglia a fine cena. Comunque mangiano del sano riso, delle sanissime verdurissime e il pollo. E che vuoi di più? Read the rest of this entry »

Share

Written by rebeccagin

settembre 23rd, 2009 at 9:40 am

maternamente

without comments

primo giorno

Sono stato prescelto da mia moglie come suo sostituto alla riunione delle maestre della scuola materna di unopuntozero. Sono state molto gentili e brave, in un paio d’ore scarse hanno esaurito dubbi e raccontato la scuola e che come funzioneranno le cose.

Ma perché mi sentivo angosciato allora? Read the rest of this entry »

Share

Written by Babbo Leo

settembre 20th, 2009 at 6:58 am

Posted in scuola

Tagged with , ,

Tutti a scuola

without comments

Quest’anno Unopuntozero ha ripreso la scuola dalla seconda. Iersera ancora non era sceso dalla macchina dei nonni che già lamentava i compiti non finiti, cercando di affibbiarmene la colpa perché secondo lui non l’avrei messo a farli per tempo. Ho immediatamente glissato per non litigare, ero felice del loro rientro e non volevo certo entrar in trita polemica con quel fannullone bizzoso che è mio figlio maggiore alle prese coi compiti. Read the rest of this entry »

Share

Written by rebeccagin

settembre 14th, 2009 at 12:36 pm

Posted in scuola

Tagged with ,

missione compiuta

without comments

senza stare a tirar dentro Bush la missione è davvero compiuta.

Abbiamo abbandonato il pannolino.

Notate il plurale che non è maiestatis ma solo di coinvolgimento sull’importanza della faccenda. Ci avevano illuso prima all’asilo, all’inizio dell’anno avevano cominciato a dirci di non mettergli pià i body perché avrebbero presto imparato a fare i loro bisogni da soli e il body allacciato sotto sarebbe stato un grosso impedimento. Via il body dunque.

mmmmmmmmmm

mmmmmmmmmm

Intanto però prima le settimane poi i mesi sono passati ma la pipi finiva sempre nel pannolino. Avevamo esultato e festeggiato con foto e cioccolatini in premio per una cosiddetta prima volta sul WC. Ma era stata una vittoria di Pirro e che era rimasta tra l’altro isolata. Passati i mesi e finito l’asilo nella stessa situazione abbiamo cominciato a vedere con timore le scadenza della scuola materna dove il pannolino pare non sia ammesso. Come si fa? Che si fa?

La necessità aguzza l’ingegno e aprofittando dell’estate lo abbiamo semplicemente tolto senza rimetterlo, prima con scuse varie e poi come un fatto naturale. Sulla spiaggia stava regolarmente senza pannolino (ovvio, con quel caldo). Si è abituato cosi tanto che ora non vuole nemmeno bagnare il costume quando fa il bagno e se lo leva.
Insomma, prima il periodo senza pannolino durava poche ore, poi un giorno poi due, poi insistendo parecchio e impuntandosi piu di lui siamo riusciti a fare una settimana filata. Ecco, se fate una settimana di file il gioco è fatto.

Il bello viene quando siete fuori con i vestiti addosso:

  • si dimentica che non ha il pannolino e si fa pipi addosso
  • vi chiama continuamente (la nonna gli dava un soldino ogni volta che faceva pipi da solo e allora ogni 5 minuti faceva due gocce)
  • vi chiama e dovete correre perché non è inizialmente in grado di tirarsi giù pantaloni e mutande da solo e il tempo è agli sgoccioli (!)

Allora per far fare pipi ai vostri figli vi dovete trasformare in un  garcon pipi e fargli prendere in mano la situazione

Con i vostri figli come è andata?

Share

Written by Babbo Leo

agosto 21st, 2009 at 5:44 pm

Posted in apprendimento,scuola

Tagged with ,

Il Vestito di Arlecchino

with one comment

Il vestito di Arlecchino

Il vestito di Arlecchino

Per fare un vestito ad Arlecchino
ci mise una toppa Meneghino
ne mise un’altra Pulcinella
una Gianduia una Brighella
Pantalone vecchio pidocchio
ci mise uno strappo sul ginocchio
Stenterello largo di mano
una macchia di vino toscano
Colombina che lo cucì
fece un vestito stretto così.

G. Rodari
(ma ne manca un pezzettino) Read the rest of this entry »

Share

Written by rebeccagin

giugno 10th, 2009 at 11:43 am

Posted in apprendimento,scuola

Tagged with , ,